Gli archeologi potrebbero aver trovato la mummia più antica e completa in Egitto

Notizie interessanti

Gli egittologi che stavano scavando in un cimitero preistorico vicino alla Piramide a

Gradoni di Djoser hanno scoperto ciò che è stato soprannominato “la mummia più antica e completa mai scoperta in Egitto fino ad oggi”.

I resti di un uomo ricco con il nome geroglifico di Heka-shepas sono stati trovati all’interno di un sarcofago di calcare sul fondo di un pozzo alto 15 metri.

Probabilmente Heka-shepas è stata la mummia non di sangue blu più antica mai scoperta.

Heka-shepas si trovava già sotto la sabbia da oltre mille anni al momento dell’ascesa del Re Bambino al potere.

Il pozzo che lo conteneva è stato scoperto vicino all’odierna comunità di Saqqara, che serviva come capitale dell’Antico Regno d’Egitto tra il 2700 e il 2200 a.C.

I suoi resti sono stati scoperti insieme a pezzi di gioielleria adornanti il corpo e rivestiti di foglia d’oro.

Vicino sono stati scoperti altri pozzi che contenevano importanti statue di legno, alcune delle quali erano nascoste da una parete finta.

Secondo un post di Instagram del rinomato egittologo Dr. Zahi Hawass,

“l’equipaggio ha scoperto tre figurine di pietra che simboleggiano una persona di nome Fetek”. Insieme alla scoperta, sono state trovate altre due mummie.

Vota l’articolo
Per favore condividi con i tuoi amici:
Aggiungi Un Commento