L’uomo premuroso ha adottato un ragazzo di 13 anni: l’avevano lasciato solo in ospedale

Gentilezza

Appena si sono incontrati, Peter Mutabazi aveva già capito che sarebbe stato il padre di Tony. La loro storia è un commovente viaggio fatto di famiglia e amore.

I bambini affidati possono essere lasciati soli nel sistema per anni e spesso affrontano una grande vulnerabilità.

Ma un eroe improbabile è la ragione per cui questa toccante storia ha un lieto fine. Peter ha avuto un’infanzia difficile in Uganda, crescendo nella povertà e vivendo per strada.

Tuttavia, dopo essere stato salvato e adottato da una famiglia premurosa, ha capito di essere chiamato a servire gli altri e diventare un genitore adottivo.

Nel 2017, Peter ha preso la decisione di avere una famiglia affidataria in Oklahoma.

Si è rivolto a un’agenzia nelle vicinanze perché inizialmente temeva che, essendo single, potesse non essere adatto al ruolo.

Si è registrato e ha completato la formazione necessaria per diventare genitore affidatario nonostante questa paura.

Tony, un bambino i cui precedenti genitori adottivi lo avevano lasciato in ospedale, è stato lì che l’ha incontrato.

Peter ritiene che fossero destinati a incontrarsi e che sarebbero diventati un duo padre-figlio ideale. Una corrispondenza perfetta.

Una famiglia che un tempo apparteneva insieme è stata finalmente riunita alla fine di questo difficile e turbolento percorso.

Quando annuncia questo giorno, è al settimo cielo. È diventato ufficialmente cittadino degli Stati Uniti. Irradia ottimismo, gratitudine e orgoglio.

Vota l’articolo
Per favore condividi con i tuoi amici:
Aggiungi Un Commento