Una bambina che ha salvato la vita di 50.000 persone: una storia fantastica da leggere e da piangere

Gentilezza

Rachel, una bambina di 9 anni residente a Seattle, negli Stati Uniti,

che è tragicamente morta in un incidente stradale, aveva una pagina speciale dedicata a lei sul sito web della compagnia di beneficenza “Charity Water”.

Attraverso quella pagina, la ragazza raccoglieva denaro per la popolazione mondiale che soffre la mancanza di acqua potabile.

Dopo la sua morte, quella pagina è diventata così popolare che è stato possibile raccogliere circa 1,2 milioni di dollari statunitensi, che forniranno acqua potabile a 50.000 persone.

Dopo la sua morte, la ragazza è stata chiamata un angelo.

“Non è una bambina, ma un angelo che è sceso dal cielo per rendere questo mondo un posto migliore”, hanno detto i residenti.

Aveva 8 anni quando è arrivata alla Charity a Seattle, negli Stati Uniti, dove Rachel viveva. La charity era gestita da Scott Harrison.

Rachel è salita sul palco e ha raccontato come le persone in alcuni paesi del mondo soffrano a causa della mancanza di acqua potabile.

Nella sala, nell’oscurità, Rachel è rimasta scioccata. Per la prima volta, ha visto immagini di centinaia di persone esauste che bevevano acqua da laghi e paludi.

Quel giorno ha appreso che 4.500 bambini muoiono ogni giorno a causa di malattie causate dall’acqua.

Sei mesi dopo la sua iniziativa, si è verificato un grave incidente automobilistico, tutti gli feriti si sono ripresi, solo la piccola Rachel è morta.

Vota l’articolo
Per favore condividi con i tuoi amici:
Aggiungi Un Commento